Dopo una formazione di carattere critico presso il DAMS di Bologna, Massimiliano Lacertosa approfondisce varie tecniche artistiche all’interno del laboratorio di regia teatrale condotto da Arnaldo Picchi, importante regista-poeta prematuramente scomparso nel 2006. Da allora Lacertosa concentra molta della sua attenzione verso la fotografia senza mai però abbandonare la ricerca critica: pubblica per Barbera Editore alcune introduzioni di grandi classici della letteratura tra cui la Mandragola, L’elogio della follia, I demoni. Nel 2007 si diploma presso la NABA di Milano con il Progetto Stavrògin di cui si presenta qui un estratto. Nel 2008 fonda il laboratorio di immagini Cromostudio (www.cromostudio.com).

 

Massimiliano Lacertosa
Stavrògin

a cura di Ester Vigilante

Immagini tattili

Inafferrabile, inafferrabilità dilatata dalla monocromia che acutizza la malattia del nascosto e la cronicizza. Se, però, la monocromia è il sintomo più evidente del celare, occupa al tempo stesso, nel gioco d’opposti, il polo della semplicità; là dove alla “forma” viene lasciata la scomodità del complesso. La monocromia quindi dissimula e isola la forma, che ossessiona l’immagine con la ripetizione  della sua struttura quasi modulare. Il semplice, l’equilibrato (il colore) edulcora la psicosi ossessiva della forma modulare, inquietante ma tipica degli organismi viventi. È soprattutto una fotografia del vivente, dove tutto è umido e tattile,  il ruvido si vede, gli occhi si incastrano nelle increspature, senti il bagnato. Direi quasi che è una fotografia pelvica, alla ricerca dell’origine del vivente. Un unico tratto è a fuoco, e forse lì va individuata la maglia rotta in cui infiltrarsi per carpire l’essenza? No, come in una gestalt, il risultato è irriducibile alla somma dei suoi elementi o, meglio, come nei Demoni di Dostoevskij, ci troviamo di fronte a un mondo costantemente aperto dove è proprio tale apertura a essere centrale e irriducibile.


 


Stavrògin 1.0.2 Stampa Lambda su Dibond. 6 esemplari + 2 p.d.a. Cm. 100 x 125 e 125 x 155


Stavrògin 2.0.5 Stampa Lambda su Dibond. 6 esemplari + 2 p.d.a. Cm. 100 x 125 e 125 x 155


Stavrògin 3.1.1 Stampa Lambda su Dibond. 6 esemplari + 2 p.d.a. Cm. 100 x 125 e 125 x 155


Stavrògin 4.0.2 Stampa Lambda su Dibond. 6 esemplari + 2 p.d.a. Cm. 100 x 125 e 125 x 155


Stavrògin 7.0.8 Stampa Lambda su Dibond. 6 esemplari + 2 p.d.a. Cm. 100 x 125 e 125 x 155