Estetica del virtuale - arte relazioni città -

Incontri, opere, istallazioni e situazioni artistiche nella citta' per misurarsi con questioni come le tecnologie digitali e i new media. Quartier gerenale dell'evento e' Palazzo Loffredo.
A cura di Giuseppe Biscaglia e Francesco Scaringi.

Potenza 13 -19 Aprile - Scarica il programma completo in pdf (1,3 Mb)

PERCORSI: Bruno Di Marino - Roberto Diodato - Pietro Montani
PRATICHE:
Bianco-Valente - Paolo Rosa / Studio Azzurro OPERE/AZIONI: Abito in Scena+Redhouse Lab+Club Cult Crew+Dj Devasto / SotTeatro - Elisa Laraia / Orfeo Hotel Contemporary Art Project - Ellepluselle / Amnesiac Arts - Generazione Zero - Gommalacca Teatro - La luna al guinzaglio / Salone dei rifiutati

Presentazione Opera 11-21* del gruppo di Ellepluselle a cura di Amnesiac Arts
Martedì 19 Aprile
ore 19.30
Museo Archeologico Nazionale Dino Adamesteanu
Potenza

Amnesiac Arts è partner del progetto culturale Estetica del virtuale. Arte Relazioni Città nell'ambito del quale presenterà l'installazione Opera 11-21 del gruppo artistico Ellepluselle.

Estetica del virtuale. Arte Relazioni Città è un progetto dell’Associazione Basilicata 1799 che intende misurarsi con alcune importanti questioni che riguardano il presente ed il futuro della nostra società: il rapporto tra reale e virtuale, le tecnologie digitali, i new media e le varie forme espressive, comunicative ed artistiche, attraverso incontri, opere, istallazioni e situazioni artistiche nella città di Potenza.

E’ anche un segno di “resistenza” nel nostro Paese contro gli attacchi che a tutti i livelli vengono populisticamente lanciati contro la cultura. Un atto di “resistenza” attiva contro coloro che vogliono impedire la crescita culturale e civile della società.
E’ questa un’azione dal basso di una “rete” di soggetti che quotidianamente operano nel campo della cultura e dell’arte, senza a volte ricevere il giusto riconoscimento, per far emerge la voglia di esistere, manifestare le proprie competenze, rivendicare libertà e autonomia, convinti, contro la generale miopia, che l’arte e la cultura siano un grande volano di sviluppo civile ed economico.

Le varie attività si articoleranno in tre sezioni: PERCORSI, dedicata agli aspetti più strettamente di riflessione teorica; PRATICHE, in cui artisti di fama nazionale e internazionale interagiranno con il pubblico e, in modo particolare, con giovani artisti attraverso la presentazione ed il confronto su alcuni loro lavori; OPERE/AZIONI in cui artisti e gruppi delle “Stazioni Creative” della città di Potenza - che in rete partecipano al progetto - inaugureranno istallazioni, opere e svilupperanno performance e momenti di festa creativa in alcuni luoghi della città, con il fine di coinvolgere attivamente il pubblico in situazioni artistiche.
Si continua alla maniera di Arte in Transito e del Festival Città delle 100 Scale, nello stile proprio dell’operari di Basilicata 1799.

Il progetto si sviluppa sia su un piano teorico sia su un piano pratico, con l'intervento di importanti personalità del mondo del pensiero e della pratica artistica, in un confronto serrato e ricco di scambi reciproci. Per la sezione Percorsi, i cui incontri si terranno presso la Sala del Campanile, tra i partecipanti critici e studiosi del calibro di Bruno Di Marino, storico dell’immagine in movimento, che dal 1989 si occupa in particolare di sperimentazione audiovisiva, attualmente docente di Teoria e Metodo dei Mass Media presso l’Accademia di Belle Arti di Sassari. Tra i volumi da lui scritti o curati ricordiamo: L’ultimo fotogramma. I finali del cinema (Editori Riuniti, 2001), i suoi saggi sono stati pubblicati in varie parti del mondo; Roberto Diodato, che insegna Estetica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; tra i suoi testi più importanti, ricordiamo: Arte bellezza immaginazione. Percorsi di estetica. In Estetica del virtuale si interroga sulle nuove forme di arte digitale e di narrativa ipertestuale, ripensando ai concetti e ai luoghi classici dell’estetica, quali il rapporto mimesis/rappresentazione, illusione/realtà, la natura dell’immagine. L’altro protagonista sarà Pietro Montani, che insegna Estetica nella Facoltà di Filosofia dell’Università di Roma - La Sapienza. Tra le sue opere più recenti, Bioestetica. Senso comune, tecnica e arte nell’età della globalizzazione. Nel suo ultimo saggio, L’immaginazione intermediale, si interroga su come contrastare la crescente indistinzione con cui i media mescolano realtà e spettacolo, fatti reali e simulazioni elettroniche.

Nella sezione Pratiche, gli attori saranno gli artisti Bianco-Valente, che hanno realizzato l’installazione Relational (2009-2010) sul Palazzo della ex Biblioteca Provinciale di Potenza per “Arte in Transito”, e replicata nel cortile del Museo Madre di Napoli e sulle mura medievali di Castelbasso.
L’altro ospite sarà Paolo Rosa, uno dei fondatori di Studio Azzurro, gruppo di ricerca artistica sui nuovi linguaggi, che da molti anni, con grandi affermazioni, si interessa alle problematiche del multimediale, spostando l’attenzione da una creazione artistica individuale a una creazione collettiva, secondo le modalità dell’interattività. Sua l’istallazione sulla Gradinata del Popolo, Fanoi, realizzata per “Arte in Transito” (2009). La grande mostra di Torino dedicata ai 150 dell’Unità d’Italia lo vede come uno dei grandi protagonisti di un’installazione assolutamente innovativa.
L’intento di questa sezione è di fare interagire gli artisti ospiti con i giovani artisti locali negli spazi da essi creati e gestiti a Potenza.
Nella sezione Opere/Azioni i protagonisti assoluti saranno alcuni importanti giovani artisti, gruppi teatrali e creativi della città di Potenza, che, con alle spalle affermazioni ed esperienza nazionale ed internazionale, da anni animano - con il loro continuo lavoro, le loro attività e i loro spazi - la vita culturale e artistica della città di Potenza. Sono Abito in Scena, Redhouse Lab, Club Cult Crew+Dj Devasto / SotTeatro , Elisa Laraia / Orfeo Hotel Contemporary Art Project, Ellepluselle / Amnesiac Arts, Generazione Zero, Gommalacca Teatro, La luna al guinzaglio / Salone dei rifiutati, che singolarmente o in gruppi realizzeranno per l’occasione opere e situazioni artistiche nella città ispirate al tema del progetto, ribadendo il loro convincimento che l’arte e la cultura sono energia vitale per la esistenza di una comunità.

PROGRAMMA

Mercoledì 13 Aprile
ore 17,00
SALA DEL CAMPANILE / PALAZZO LOFFREDO
PERCORSI
Bruno Di Marino, critico cinematografico
Oltre il cinema, oltre il video.
L'immagine sperimentale in movimento nell'attuale
contesto internazionale
PRATICHE
Bianco-Valente, artisti
Visibile / Invisibile
ore 20,30
SCALE MOBILI VIALE MARCONI
Corridoio di collegamento tra la prima e la seconda
rampa di scale mobili con accesso da Viale Marconi
OPERE/AZIONI
Gommalacca Teatro
Out of joint / Fuor di sesto
Primo studio su "Misura per Misura"
di William Shakespeare
a cura di Gommalacca Teatro con gli allievi
del laboratorio teatrale di compagnia

Giovedì 14 Aprile
ore 20,30
VIA PRETORIA (Portasalza)
OPERE/AZIONI
La luna al guinzaglio / Salone dei rifiutati
Pronto, chi scorre?
Ovvero Grondaie senza telefoni
Installazione site specific

Venerdì 15 Aprile
ore 21,00
CARPE DIEM VIA XX SETTEMBRE
OPERE/AZIONI
Abito In Scena
+ Redhouse Lab + Club Cult Crew + Dj Devasto
Azione condivisa.
Festa creativa per voci e corpi

Lunedì 18 Aprile
ore 17,00
SALA DEL CAMPANILE / PALAZZO LOFFREDO
PERCORSI
Roberto Diodato
Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano
L'opera d'arte nell'epoca della sua irriproducibilità
tecnologica
PRATICHE
Paolo Rosa, Studio Azzurro
L'arte fuori di sé (I)
ore 19,00
SALA DEL CAMPANILE / PALAZZO LOFFREDO
OPERE/AZIONI
Generazione Zero
Refresh

Martedì 19 Aprile
ore 17,00
SALA DEL CAMPANILE / PALAZZO LOFFREDO
PERCORSI
Pietro Montani
Università La Sapienza / Roma
La realtà delle immagini nel mondo ipermediale
PRATICHE
Paolo Rosa, Studio Azzurro
L'arte fuori di sé (II)
ore 19,30
MUSEO ARCHEOLOGICO / PALAZZO LOFFREDO

OPERE/AZIONI
Amnesiac Arts
Opera 11-21 di Ellepluselle

ore 20,30
PIAZZA MARIO PAGANO
Elisa Laraia
Orfeo Hotel Contemporary Art Project
Private Conversation III
Videoproiezione in loop audio diffuso


L'ARTISTA PLURALE/ INCONTRI
Mercoledì 13 Aprile

ore 10,00
ABITO IN SCENA / SOtTEATRO (vico Laura Battisti)
Bianco-Valente
incontra la rete territoriale delle "Stazioni Creative"

Martedì 19 Aprile
ore 10,00
ORFEO HOTEL CONTEMPORARY ART PROJECT
SALONE DEI RIFIUTATI (c.da Bucaletto Marrucaro 14/16)
Paolo Rosa, Studio Azzurro
incontra la rete territoriale delle "Stazioni Creative"


*Opera 11-21 è un progetto incentrato sulla dinamica della capsula del tempo applicata alla metodologia di conto corrente bancario. Ad alcuni utenti sono stati chiesti in deposito degli oggetti personali simboli di questa nostra epoca che, chiusi ermeticamente in teche trasparenti, saranno ripresi nel 2021 e messi in vendita tramite canali on-line. Il ricavato sarà versato ai proprietari degli oggetti decurtando una percentuale come commissione. Opera 11-21 riflette sul valore che il tempo può dare ad oggetti di uso comune e pone al fruitore il compito di immaginare la quotidianità del 2021.


ElleplusElle è un gruppo artistico formato da Massimo Lovisco (Potenza 1976) e Carmen Laurino (Tito 1980). I due, dopo un percorso di ricerca individuale, dal 2010 hanno deciso di intraprendere una ricerca comune in Ellepluselle con l’intento di creare un marchio culturale attento sia alla creazione di oggetti d’arte che alla realizzazione di progetti site specific. Il linguaggio di Ellepluselle abbraccia varie discipline per produrre opere che riflettono su tematiche contemporanee e sociologiche. Alla base c’è sempre la curiosità, l’ironia e la volontà di lasciare al fruitore un nuovo punto di vista, magari coinvolgendolo in prima persona: Ellepluselle fa arte contemporanea con la stessa attitudine di un gruppo indie rock.