Au revoir les enfants


ik de jouwe


op de keukentafel


Michael Rotondi


Michael Rotondi

 

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

Au revoir les enfants a cura di Amnesiac Arts

Grote Kunst voor Kleine Mensen (Grande Arte per Piccoli Uomini)

Michael Rotondi

White Cube Basilicata : Cristina Pavesi

19 maggio – 24 giugno 2007

la mostra è prorogata fino al 1 luglio su appuntamento, telefonando al 339 6944617

Orari d’apertura: sabato, domenica 18.30-21

Amnesiac Arts Home Gallery

Corso XVIII Agosto, 36

Potenza

Amnesiac Arts chiude la stagione primaverile della Home Gallery di Potenza con Au revoir les enfants una mostra internazionale inserita tra gli eventi della IX Settimana della Cultura e in collaborazione con il Lucania Film Festival.

Lo stupore e la meraviglia verso ogni minimo aspetto del mondo sembra un privilegio concesso solo ai bambini e agli artisti, gli unici capaci di scoprire connessioni inaspettate tra le cose e di scardinare codici di comportamento e griglie conoscitive preconfezionate dalla ‘società degli adulti’. La mostra Au revoir les enfants con i video della rassegna olandese Grote Kunst voor Kleine Mensen (Grande Arte per Piccoli Uomini), i disegni di Michael Rotondi e le foto di Cristina Pavesi per il White Cube Basilicata, è un viaggio nella percezione infantile e nel mondo stupefatto e incantato dei ‘rivoluzionari dell’immaginazione’ quali sono artisti e bambini.

Recuperare la capacità di ‘buttarsi’ nell’esperienza della vita senza la rete di protezione delle convenzioni sociali, riscoprire la curiosità verso il mondo cogliendone gli aspetti non immediatamente percettibili è un percorso che permette di allargare il nostro campo visivo, è una grande/piccola trasgressione che ci restituisce la libertà di re-inventarci un sistema di significati del tutto autonomo e personale.

Grote Kunst voor Kleine Mensen (Grande Arte per Piccoli Uomini) è una collezione di video d’arte per bambini dai 2 ai 6 anni, ideato dal duo olandese Cut-n-paste (Nathalie Faber & Carolien Euser) in collaborazione con la fondazione Mondrian e il Fondo Olandese per il Cinema, già proiettato con successo al Festival di Cinema per bambini di Amsterdam. E’ una sorta di ‘libro d’immagini’ audiovisivo che insegna ai bambini qualcosa del linguaggio formale della videoarte. I video iniziano con un’immagine riconoscibile e tipica del mondo infantile che pian piano si anima esplorando tutti gli angoli più riposti dell’immaginazione.


Michael Rotondi è un giovane artista livornese che gioca con la commistione di stili e lo scardinamento di codici creando un mondo fantastico e giocoso, ma non privo di scanzonata critica sociale, che mescola iconografia infantile, memorie personali e immaginario rock contemporaneo.


Cristina Pavesi, nata a Milano nel 1966 dove vive e lavora, utilizza i media più vari e sceglie il mondo della femminilità e dell’infanzia come punto visuale da cui guardare il mondo e smascherarne ambiguità e pregiudizi.
(vai alla pagina del White Cube Basilicata per maggiori info)

 

 

in collaborazione con