Caterina Arcuri
Opere 2006-2008

a cura di Antonella Marino

15 Novembre - 2 Dicembre 2008

Casa Spera
Via Federici, 45
Tito (Pz)
Orario 18.00 – 20.30

Inaugurazione Sabato 15 Novembre ore 19

Potenza

L’artista espone la sua più recente ricerca tra fotografia, opere plastiche e video e, come scrive il curatore nel documento di presentazione alla mostra, questo ciclo di lavori sono imperniate proprio sul potere evocativo delle immagini, che si offrono senza darsi in maniera univoca, giocando sull’ambiguità della percezione, sul vedere come modalità complessa in cui occhi, mente e cuore vanno di pari passo. Alla base c’è un esigenza di raccontarsi, di svelare una parte intima di sé prendendo in prestito, appunto, riferimenti visivi altri. Tutto ciò nel video, nelle foto con dettagli di gesti in bianco/nero sfocate da un filtro in plexiglas, nell’installazione con coppe d’acciaio, si carica di un’aura antropologico-sacrale, creando una dimensione simbolica e sospesa, in cui il microracconto personale fa i conti con la memoria collettiva e col recupero di radici stratificate.
La mostra resterà aperta a sino al 2 dicembre 2008 (da lunedì a domenica, dalle ore 18.00 alle 20.30).
Per l'occasione è stato edito, da Amnesiac arts, un documento, contenente testo critico, immagini di opere e nota biografica dell'artista.

Caterina Arcuri (Catanzaro, 1963).
Professore ordinario di Pittura nell'Accademia di Belle Arti di Catanzaro. È tra gli artisti più innovativi e sperimentali della Calabria. La sua ricerca si pone, nel dibattito artistico contemporaneo, con linguaggi diversi: dalla fotografia al video, dall'installazione alle opere plastiche.
La sua attività si è manifestata, da anni, attraverso significativi eventi, mostre personali e collettive, installazioni e performances, tenute in Italia e all'estero.